[KINDLE] ❆ Pelle di leopardo Author Tiziano Terzani – Varanus.us

Pelle di leopardoRiproposti Insieme Dopo Oltre Venticinque Anni, Pelle Di Leopardo E Giai Phong , Descrivono Non Solo Le Battaglie E Gli Orizzonti Della Guerra In Vietnam, Ma Anche Le Sofferenzee Delle Popolazioni Civili E Il Cambiamento Morale E Materiale Che Si Verific In Vietnam Dopo La Fine Degli Scontri

[KINDLE] ❆ Pelle di leopardo Author Tiziano Terzani – Varanus.us
  • Paperback
  • 456 pages
  • Pelle di leopardo
  • Tiziano Terzani
  • Italian
  • 04 January 2018
  • 885020616X

    10 thoughts on “[KINDLE] ❆ Pelle di leopardo Author Tiziano Terzani – Varanus.us


  1. says:

    Che faticaccia Allora, diciamo che non uno dei libri pi accessibili di Terzani Anzi, proprio per niente, specie se siete nati, come me, quando la guerra del Vietnam era gi storia, quando veniva citata nei film perch questo o quello era veterano del Vietnam, ecco Quindi ecco qui il mio consiglio a meno che non abbiate un interesse accademico per questo tema, saltate a pi pari il primo libro dei due proposti in questa edizione Si tratta di una raccolta di articoli che Terzani scrisse pe Che faticaccia Allora, diciamo che non uno dei libri pi accessibili di Terzani Anzi, proprio per niente, specie se siete nati, come me, quando la guerra del Vietnam era gi storia, quando veniva citata nei film perch questo o quello era veterano del Vietnam, ecco Quindi ecco qui il mio consiglio a meno che non abbiate un interesse accademico per questo tema, saltate a pi pari il primo libro dei due proposti in questa edizione Si tratta di una raccolta di articoli che Terzani scrisse per Der Spiegel durante la guerra, e per questo si perdono chiaramente in dettagli che per noi, 40 anni dopo, sono abbastanza poco rilevanti.Giai Phong invece pi leggibile per uno sbarbato di oggi, perch racconta come cambiata Saigon nei primi mesi della riunificazione vietnamita Ho letto e scoperto molte cose che non sapevo, anche se sono partita da una conoscenza della storia della guerra indocinese e vietnamita ridottissima, quindi per me ci voleva poco.Lo consiglio solo a chi veramente interessato altrimenti, di Terzani, leggete qualcosa d altro, qualcosa che magari sia pi comprensibile a noi, oggi


  2. says:

    A distanza di tanti anni, questo memoriale appare datato, ma conserva intatta la fragranza della cronaca vissuta e vista, giorno dopo giorno, direttamente sul campo Desta ammirazione l intuito, il fiuto, con cui Terzani decise di restare a Saigon, dopo la sua caduta, o di tornarvi due anni dopo, per proseguire a inviare corrispondenze Il senso di incertezza che si respira resta affascinante ancora oggi Pur con i limiti cui accennavo in gran parte ideologici, per ammissione successiva dello s A distanza di tanti anni, questo memoriale appare datato, ma conserva intatta la fragranza della cronaca vissuta e vista, giorno dopo giorno, direttamente sul campo Desta ammirazione l intuito, il fiuto, con cui Terzani decise di restare a Saigon, dopo la sua caduta, o di tornarvi due anni dopo, per proseguire a inviare corrispondenze Il senso di incertezza che si respira resta affascinante ancora oggi Pur con i limiti cui accennavo in gran parte ideologici, per ammissione successiva dello stesso autore , si tratta di grande giornalismo Gli ultimi rantoli di una professione che la televisione prima, e l informatica poi, avrebbero lentamente ucciso


  3. says:

    Giai PhongIl volume raccoglie due scritti, Pelle di leopardo le corrispondenze di guerra dal Vietnam e Giai Phong, ovvero le corrispondenze dopo la ritirata dell esercito statunitense dal Vietnam e la resa di Saigon Ho trovato molto pi interessante il secondo scritto che anche il pi corposo in quanto le corrispondenze di guerra, per quanto interessanti e notevoli, hanno un valore specifico di testimonianza legato all epoca in furono scritte e poi pubblicate come dice giustamente nel su Giai PhongIl volume raccoglie due scritti, Pelle di leopardo le corrispondenze di guerra dal Vietnam e Giai Phong, ovvero le corrispondenze dopo la ritirata dell esercito statunitense dal Vietnam e la resa di Saigon Ho trovato molto pi interessante il secondo scritto che anche il pi corposo in quanto le corrispondenze di guerra, per quanto interessanti e notevoli, hanno un valore specifico di testimonianza legato all epoca in furono scritte e poi pubblicate come dice giustamente nel suo commento Massimot.Nella seconda parte Terzani testimonia l entrata a Saigon dei bo doi ovvero i famigerati vietcong e la loro presa del potere Nonostante parteggi per loro che d altronde non hanno utilizzato la violenza per imporsi ma la rieducazione e la cortesia, almeno fino ad un certo punto Terzani capace di esprimere anche il suo sconcerto davanti alla disumanizzazione di questi personaggi, che dimenticano il rancore anche nei confronti di chi ha loro sterminato la famiglia e li ha torturati, il tutto per il bene del popolo vietnamita.La cosa che mi ha colpito di pi stato leggere delle conseguenze della retorica anti comunista da parte degli Stati Uniti e del governo di Saigon Convinti che i vietcong fossero sanguinari e che tutti coloro che avevano avuto in qualche modo a che fare con il regime di Thieu sarebbero stati uccisi o puniti in modo sanguinoso, i saigonesi tentarono il tutto per tutto per scappare da Saigon, al punto da cercare di salire in corsa sugli ultimi aerei degli Stati Uniti in partenza, rimanendo in molti casi uccisi Coloro che furono costretti a rimanere, spesso cercarono di coprire la loro connivenza con il regime e di anticipare le punizioni dei vietcong, che poi non avvennero, o comunque non nelle modalit previste Ad esempio tutte le ragazze che si percepivano come possibili target sposarono in fretta e furia i primi uomini accettabili che trovarono, onde evitare che i vietcong le unissero in matrimonio a uomini deformi o vecchi o inaccettabili per altri motivi, dato che si era diffusa questa voce Una volta entrati a Saigon, i bo doi non fecero nulla di simile


  4. says:

    Questo libro sono in realt due nel primo Pelle di leopardo si racconta degli ultimi giorni prima della caduta del regime sud vietnamita, nel secondo Giai Phong i primi giorni dopo lo stesso evento Entrambi i libri sono una serie di resoconti dell esperienza di Terzani come corrispondente dal Vietnam durante la guerra del Vietnam.Il primo libro offre una visione molto critica e dettagliata della guerra del Vietnam, a tratti cruda, che fa capire sia i motivi per cui gli Stati Uniti persero Questo libro sono in realt due nel primo Pelle di leopardo si racconta degli ultimi giorni prima della caduta del regime sud vietnamita, nel secondo Giai Phong i primi giorni dopo lo stesso evento Entrambi i libri sono una serie di resoconti dell esperienza di Terzani come corrispondente dal Vietnam durante la guerra del Vietnam.Il primo libro offre una visione molto critica e dettagliata della guerra del Vietnam, a tratti cruda, che fa capire sia i motivi per cui gli Stati Uniti persero quella guerra, sia le modalit in cui i vietcong la vinsero.Il secondo libro invece un resoconto incantato di quei primi giorni di Rivoluzione, in cui i nord vietnamiti presero il potere, e cercarono di imporre una visione socialista e paritaria del potere A posteriori, visione quanto mai falsa e propagandistica, come ha anche per ammesso lo stesso Terzani, che al tempo era molto pi idealista e fiducioso nell essere umano.Il libro si legge con qualche difficolt , dovuta ai molti fatti, nomi e luoghi narrati la cartina alla fine del libro molto utile , ma un opera indispensabile per capire la Guerra del Vietnam e il momento storico


  5. says:

    Compagno di viaggio di un bellissimo viaggio in Vietnam.L acuta penna di Terzani racconta la guerra in Vietnam con le sue complessit e falsit politiche andando alla ricerca delle fonti di prima mano e dei racconti di chi la guerra la subisce i contadini nella seconda parte viene narrata la resa liberazione di Saigon e i primi tre mesi della Rivoluzione prima che gli ideali dovessero fare i conti con la realt.


  6. says:

    Dopo aver letto tutte le altri grandi storie di Terzani, dalla Cina post Mao, all URRS in disgregazione un altro grande libro che porta il lettore in prima linea facendolo vivere come fosse li gli eventi di una parte della guerra del Vietnam con la successiva presa di Saigon e l instaurarsi del nuovo regime.Un consiglio che vorrei dare e quello di leggere i libri di Terzani in ordine cronologico, quindi Pelle di Leopardo e proprio il primo che dovete iniziare


  7. says:

    Spettacolare resoconto della fine della guerra del Vietnam, dei mesi in cui all Occidente non importava pi niente della cosa visto il ritiro dell esercito statunitense


  8. says:

    Mio ricordo di Tiziano abbia conosciuto Tiziano ed abbia divorato ed amato libri come un indovino mi disse e un altro giro di giostra, non ho mai interamente letto questo.Sono piu attaccato al Tiziano viaggiatore e all ultimo Tiziano esploratore a tutto tondo, poi la guerra del vietnam non appartiene alla mia generazione e non l ho mai in fondo sentita.Ho letto per , anche due o tre volte, la parte intitolata i tre giorni, i giorni storici de Mio ricordo di Tiziano abbia conosciuto Tiziano ed abbia divorato ed amato libri come un indovino mi disse e un altro giro di giostra, non ho mai interamente letto questo.Sono piu attaccato al Tiziano viaggiatore e all ultimo Tiziano esploratore a tutto tondo, poi la guerra del vietnam non appartiene alla mia generazione e non l ho mai in fondo sentita.Ho letto per , anche due o tre volte, la parte intitolata i tre giorni, i giorni storici della fuga degli americani e dell arrivo dei vietcong a Saigon Tiziano rende incredibilmente e con grande passione l intensit e quasi la magia del momento, i cui episodi clou ho qui riportato La strada numero 1 era tagliata, la via per Bien Hoa anche La via del mare era stata interrotta la sera prima Era ormai impossibile andare a Vung Tao Saigon era una trappola, chiusa, bloccata, assediata Quando sarebbero arrivati Finalmente un uomo sulla trentina in civile, con gli occhiali neri, un berretto rosso, solo con una Honda si ferm Va verso il centro Rispose di s , ma disse che avremmo dovuto passare dal mercato, perch all inizio di Hong Tap Tu c erano dei soldati disertori che fermavano il traffico, derubavano i passanti, prendevano le automobili.Il cielo s era coperto, stava per piovere e la citt aveva un aspetto funereo Passammo per quartieri popolari, per strade strette, evitando mucchi di spazzatura che nessuno si preoccupava pi di portar via Affacciata alle porte delle case, a gruppi sui marciapiedi, la gente mi guardava curiosa Alcuni mi indicavano ridendo Qualcuno url My My americano americano , un ragazzo corse dietro la moto e tir un sasso L evacuazione continuava Per tutta la notte il vuoto nero del cielo fu punteggiato dalle intermittenti luci rosse di questi strani uccelli da preda che si calavano lenti sui tetti, gettavano a tratti, per orientarsi, un lungo raggio bianco di luce dal loro unico occhio, si posavano per quattro, cinque minuti e scivolavano via, carichi di gente, ogni volta evitando a fatica la grande antenna della radio sopra l edificio della Posta e i due appuntiti campanili della cattedrale Da una casa vicina e dal basso del viale Thong Nhat dei soldati dell ARVN scaricarono la loro rabbia e i loro mitra contro quella pancia di ferro che si alzava nel cielo grigio L elicottero fece una brusca virata e lo mancarono Il frullio delle pale si sciolse nell aria umida e afosa del mattino e l elicottero fu, in un attimo, un punto sempre pi piccolo all orizzonte Era l ultimo L ultimo


  9. says:

    Il piacere di leggere la splendida prosa di Tiziano Terzani l ho ritrovato anche qui, in queste pagine scritte pi di trent anni fa, che parlano di un luogo e di un tempo che non esiste pi , quel Vietnam che per anni concentr su di s l attenzione del mondo intero Un paese e una guerra di cui sembra di conoscere tutto, complice forse la quantit di materiale, soprattutto film, prodotta in proposito, e di cui in realt , forse, non sappiamo niente Terzani per me tutto quello che un reporter d Il piacere di leggere la splendida prosa di Tiziano Terzani l ho ritrovato anche qui, in queste pagine scritte pi di trent anni fa, che parlano di un luogo e di un tempo che non esiste pi , quel Vietnam che per anni concentr su di s l attenzione del mondo intero Un paese e una guerra di cui sembra di conoscere tutto, complice forse la quantit di materiale, soprattutto film, prodotta in proposito, e di cui in realt , forse, non sappiamo niente Terzani per me tutto quello che un reporter dovrebbe essere, ci racconta il Vietnam delle strategie militari e politiche, e quello dei soldati e dei contadini, non glacialmente imparziale ma nemmeno moralista bello sentire scorrere dalle pagine quell entusiasmo per un mondo nuovo, l euforia del cambiamento in cui tutto sembra possibile, la speranza per un promessa che poi, purtroppo, la storia insegner non essere mai stata pi di questo Illuminante


  10. says:

    Sono stata un po tirata con le stelline solo perch secondo me manca, per una vera completezza storica e cognitiva, la parte di articoli successivi alla liberazione di Saigon Come Terzani stesso ammette nella prefazione il libro stato scritto sull onda dell euforia di vedere i vietnamiti riprendersi la loro nazione, ma poi anche qui ci si dovuti arrendere davanti all ennesimo esempio di rivoluzione finita in violenze e soprusi Sarebbe stato utile e molto interessante leggere il proseguo Sono stata un po tirata con le stelline solo perch secondo me manca, per una vera completezza storica e cognitiva, la parte di articoli successivi alla liberazione di Saigon Come Terzani stesso ammette nella prefazione il libro stato scritto sull onda dell euforia di vedere i vietnamiti riprendersi la loro nazione, ma poi anche qui ci si dovuti arrendere davanti all ennesimo esempio di rivoluzione finita in violenze e soprusi Sarebbe stato utile e molto interessante leggere il proseguo della storia, un po come stato fatto invece per la raccolta degli articoli sulla Cambogia Fantasmi dove l autore passa dall entusiasmo per la vittoria dei Khmer Rossi allo sconvolgimento di fronte alla loro barbarie verso i propri connazionali

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *